Giugno 20, 2024

MESSINA: FINESTRA SALINADOCFEST

MESSINA
domenica 16 giugno 2024

c/o Monte di Pietà

ore 18:30

In attesa della diciottesima edizione del SalinaDocFest, dall’11 al 15 settembre 2024, Finestra SalinaDocFest – Messina anteprima a ingresso libero fino a esaurimento posti con la consegna da parte del sindaco del Premio Speciale Sdf – Città Di Messina al film Stranizza d’Amuri, proiettato alla presenza del regista e attore Giuseppe Fiorello. Quindi, l’incontro speciale tra Giuseppe Fiorello e Nichi Vendola sul tema Il sogno di amarsi senza paura e la degustazione aperta al pubblico di vini eoliani.

Si tiene a Messina, al Monte di Pietà, domenica 16 giugno 2024 la Finestra SalinaDocFest – Messina, anteprima della diciottesima edizione del SalinaDocFest che si terrà dall’11 al 15 settembre 2024 con la direzione artistica di Giovanna Taviani, da questa edizione affiancata da Antonio Pezzuto.Libertà è il tema che porta il SalinaDocFest alla sua maggiore età: 18 anni di cinema sull’isola di Salina, per una edizione che vede, nell’anteprima messinese, un primo sviluppo del tema della Libertà – Come essere liberi, un temaquanto mai urgente oggi, nel nostro Paese e in tutta l’ Europa, a cui cercheremo di rispondere – dichiara la Taviani – attraverso un programma intenso di film, incontri con gli autori, spettacoli, a partire da questa importante anteprima messinese con uno degli amici storici del Festival Giuseppe Fiorello, dedicata al disagio adolescenziale e al sogno dei giovani di amarsi senza paura.

La serata a Messina, a ingresso gratuito fino a esaurimento posti, è realizzata grazie al sostegno di Città di Messina e Città Metropolitana di Messina, si tiene a partire dalle ore 18:30 con una degustazione esclusiva aperta al pubblico dei vini eoliani dell’Azienda Agrobiologica Salvatore D’Amico di Leni Salina e dell’Azienda Agricola Biologica Antonino Caravaglio di Malfa Salina, con l’intervento di Salvo Foti, enologo siciliano, che farà una breve presentazione del percorso dei vini dal titolo ComeAmareBene&ComeBereBene.

A seguire, alle ore 20:30, la consegna da parte del Sindaco di Messina, Federico Basile, del Premio Speciale Sdf – Città Di Messina al film Stranizza d’amuri, esordio alla regia dell’attore Giuseppe Fiorello e interpretato da Simona Malato, Fabrizia Sacchi, Samuele Segreto e Gabriele Pizzurro. Il film, che sarà proiettato alle 21:30 alla presenza del regista e attore siciliano, ha recentemente ricevuto il Nastro d’Argento per il Miglior Regista Esordiente e il Globo d’Oro come Miglior Opera Prima. Ambientato nel 1982, Stranizza d’amuri racconta l’incontro casuale di due adolescenti tra cui nasce una grande amicizia che si trasforma in un sentimento e che i due sono costretti a mantenere segreto. Prima della proiezione, alle ore 21:00, si terrà un incontro speciale pubblico tra lo stesso Giuseppe Fiorello e Nichi Vendola sul tema Il sogno di amarsi senza paura. L’incontro, moderato dalla giornalista e scrittrice Lidia Tilotta del TGR Rai Sicilia, vedrà l’intervento del critico cinematografico Nino Genovese.

La serata sarà occasione per presentare la prossima edizione del SalinaDocFest, che sarà introdotta dalla fondatrice e direttrice artistica del Festival, Giovanna Taviani, che, dopo 17 anni di Presidenza dell’Associazione, in sintonia con gli altri componenti del Direttivo espressione del territorio eoliano, ha individuato nella figura di Giulia Giuffrè, Consigliere d’amministrazione e ambasciatrice di sostenibilità del Gruppo Irritec – azienda siciliana leader negli impianti di irrigazione a goccia – la nuova Presidente del Salinadocfest, affiancata dal Vice Presidente Gaetano Calà.

Il SalinaDocFest ha iniziato nel 2024 le operazioni necessarie alla trasformazione dell’Associazione in Fondazione, per dare una struttura giuridica permanente e duratura nel tempo a un Festival ormai diventato un punto di riferimento internazionale per chi crede nel cinema del reale e in un turismo culturale destagionalizzato. Una Fondazione di cinema per il cinema.

“Nella suggestiva cornice del Monte di Pietà accogliamo con entusiasmo l’anteprima della 18esima edizione del SalinaDocFest, uno degli appuntamenti più attesi dove cultura, turismo, e storia si fondono e, al tempo stesso, si valorizzano vicendevolmente. Sono questi gli elementi a cui teniamo molto per accrescere il valore dei nostri luoghi – dichiarano il Sindaco di Messina Federico Basile e l’Assessore ai Grandi Eventi Massimo Finocchiaro – per rendere la Città di Messina protagonista in un panorama che va oltre i confini territoriali promuovendo le nostre risorse storiche, culturali, ambientali ed enogastronomiche, e nello specifico, il nostro impegno è volto a renderla sempre più inclusiva, in linea con il tema dell’evento Libertà – Come essere Liberi”.

“Sono estremamente onorata per questa nomina – aggiunge la Neo Presidente Giulia Giuffré – e desidero ringraziare Giovanna Taviani e tutto il direttivo del Salina Doc Fest per la fiducia accordatami. In questa 18ª edizione, dedicata al tema della Libertà, celebriamo un diritto universale spesso negato e talvolta sottovalutato. Questo Festival rappresenta, ancora una volta, un’occasione di incontro e condivisione preziosa per tutti”.

Il SalinaDocFest è realizzato nell’ambito del Patto per lo Sviluppo della Regione Siciliana (Patto per il Sud) FSC 2014-2020 Regione Sicilia, Sicilia Film Commission, MIC, Agenzia per la coesione territoriale, Sensi Contemporanei. Con il sostegno di MIC e SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editorie della Città Metropolitana di Messina. Con il patrocinio di Comune di Santa Marina Salina, Comune di Malfa e Comune di Leni. Con il sostegno del Comune di Messina e della Provincia di Messina. Main Partner: Irritec s.r.l., Omi-Fer s.r.l, Howden Assiteca S.p.a, Hotel Signum, Hotel Ravesi, G.P Palumbo Editore, “Pistì / Marino 1959” . Special Technical Partner: Media Fenix Group e Salina Isola Verde. Comitato Scientifico: Francesco D’Ayala, Agostino Ferrente, Fabio Ferzetti, Enrico Magrelli, Emiliano Morreale, Anna Maria Pasetti, Silvia Scola, Lidia Tilotta. Comitato d’Onore: Cristina Comencini, Romano Luperini, Giorgio e Mario Palumbo, Bruno Torri. Tra i sostenitori del festival, la direzione artistica ricorda con affetto Andrea Purgatori: Presidente del Consiglio di Sorveglianza SIAE e membro del comitato scientifico del SalinaDocFest, era stato più volte a Salina, protagonista di tanti dibattiti, entrato nell’anima dell’isola e dei salinari.

Per informazioni:www.salinadocfest.it