Giugno 20, 2024

25 ANNI DI CITTASLOW L’ASSEMBLEA GENERALE A CITTÀ SANT’ANGELO

Dal 20 al 23 giugno 2024 appuntamento in Abruzzo con l’Assemblea Generale Cittaslow International nel suo 25° anniversario.

A tre settimane dall’Assemblea sono oltre 150 i Sindaci italiani e internazionali iscritti.

Torna l’annuale appuntamento con l’Assemblea Generale di Cittaslow International, quest’anno ancora più atteso, dal momento che Cittaslow festeggia il 25° anniversario della sua fondazione nel 1999. In programma dal 20 al 23 giugno 2024 a Città Sant’Angelo in Abruzzo, l’Assemblea vedrà la partecipazione dei Sindaci delle Cittaslow italiane e mondiali per confrontarsi su temi fondamentali e di attualità.

Tra gli argomenti in agenda, in prima fila quest’anno il dramma delle microplastiche nei cicli vitali e i cambiamenti climatici da fronteggiare con comportamenti quotidiani. E ancora, focus su agroforestazione, Arts and Slow living e una position paper su “Democracy e Cohesion” presentata dal Vicepresidente tedesco. Nuovi temi si affiancano a progetti storici, che Cittaslow da anni porta avanti, come ad esempio Cittaslow Metropolis nei quartieri delle grandi città, Education nelle scuole di ogni ordine, Cittaslow Tourism e CittaslowBee, in difesa degli insetti impollinatori.

Nel corso dell’Assemblea l’Università di Parma – partner scientifico di Cittaslow International – illustrerà due ricerche, una su “Green washing” e una su “Green skills e green jobs”. L’Assemblea sarà anche l’occasione per presentare la nuova piattaforma web di Cittaslow International del tutto riprogettata: il nuovo ecosistema del sito utilizzerà l’Intelligenza Artificiale e consentirà la promozione dei pacchetti di Cittaslow Tourism. Durante l’assemblea verrà inoltre assegnato il premio Cittaslow Chiocciola Orange Awards 2024 per i migliori progetti realizzati a livello mondiale.

L’Assemblea, fortemente voluta dall’Amministrazione di Città Sant’Angelo, ha ricevuto l’Alto Patrocinio della Regione Abruzzo, il patrocinio della Provincia di Pescara e della Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura Chieti Pescara. Partner dell’evento sono tutti i Comuni delle altre Cittaslow d’Abruzzo, il GAL TERREVERDI TERAMANE, la DMC Costa dei Trabocchi e Legambiente.

Cittaslow Città Sant’Angelo, foto di Graziano Romanelli

L’Abruzzo e la Cittaslow Città Sant’Angelo

L’appuntamento con l’Assemblea Generale è anche l’occasione per scoprire le Cittaslow del territorio. Quest’anno l’Abruzzo è protagonista con Città Sant’Angelo e le altre 7 Cittaslow: Pianella, Penne, Guardiagrele, Francavilla al Mare, Giuliano Teatino, Controguerra e Pineto.

Dalla caratteristica pianta a spina di pesce, la medievale Città Sant’Angelo si trova su di un belvedere naturale collinare e permette di godere di una magnifica vista sui monti della Maiella e del Gran Sasso e sulla costa pescarese. Le coltivazioni di viti e ulivi dei colli, vicini al mare, risentono dell’ottimo clima mite dando vita a produzioni d’eccellenza come l’olio extravergine dop Aprutino-Pescarese e il vino doc Montepulciano d’Abruzzo.

Cittaslow Pineto e Controguerra: spiagge, pinete e vini

Da Città Sant’Angelo ci si sposta verso la costa e si risale per una ventina di chilometri fino a incontrare la Cittaslow Pineto, nota per le sue spiagge e la qualità delle acque, ma anche per la fitta pineta. Nel suo territorio si trova Torre del Cerrano, fortificazione che risale al Regno di Napoli, oggi Area Marina protetta circondata da macchia mediterranea, pini monumentali e gigli di mare che fioriscono ogni estate sulle dune sabbiose. Tra le attività da non perdere: una visita al Museo del Mare e una sosta per lo Sdijuno abruzzese, la merenda tipica che i contadini facevano a metà mattina a base dei prodotti artigianali del posto, accompagnati naturalmente dall’Olio Extra Vergine di Oliva D.O.P.

Dall’olio ai vini pregiati della Cittaslow Controguerra, a poco più di 40 km, che dai suoi 267 metri s.l.m. offre una vista sul mare e sugli Appennini. Il Controguerra DOC è un vino rosso ottenuto con uve di Montepulciano, Merlot e/o Cabernet Sauvignon; il Controguerra Bianco, invece, fermo o frizzante, è ottenuto da uve Trebbiano e Passerina.

Cittaslow Controguerra, foto di Ivano Di Benedetto

Cittaslow Penne e Pianella: mattone e olio

Spostandosi verso sud si incontra la Cittaslow Penne, equamente distante dal mare Adriatico e dal Parco Nazionale del Gran Sasso, la cui porta d’accesso è rappresentata dalla Riserva Naturale Lago di Penne. È nota anche come “Città del mattone” proprio per il suo utilizzo presente in tutti gli edifici e nei resti di alcune pavimentazioni.

A meno di 20 km si trova la Cittaslow Pianella, altro borgo noto per il suo eccellente Olio Extra Vergine d’Oliva D.O.P. tanto da essere nota anche come “Città dell’olio”. Fruttato e di sapore limpido è ricavato dalla “dritta”, varierà di oliva a maturazione medio-precoce tipica del posto. L’attività contadina è ancora predominante e caratterizza la cultura popolare che emerge attraverso tradizioni e feste che scandiscono i diversi momenti dell’anno.

Cittaslow Francavilla al Mare: spiagge, museo e trabocchi

Se da Città Sant’Angelo si scende lungo la costa, a una trentina di chilometri circa si incontra la Cittaslow Francavilla al Mare, l’ultima cittadina della costa pescarese prima di immergersi nella magia della Costa dei Trabocchi.

Francavilla al Mare mette a disposizione più di 8 km di costa caratterizzata da spiagge dorate, libere e attrezzate, acqua pulita e fondali bassi, percorsa da nord a sud da una bellissima pista ciclabile con diverse aree verdi per il relax. Da visitare il MU.MI – Museo Michetti dedicato al pittore Francesco Paolo Michetti, ospitato nello storico Palazzo di San Domenico.

Dopo Francavilla al Mare ha inizio la costa chietina che ospita i famosi trabocchi, antichi strumenti di pesca parte del patrimonio tradizionale della regione. Costruiti lungo le spiagge e ancorati a rocce e scogli, queste ingegnose costruzioni in legno si allungano verso il mare con lunghi bracci a cui viene legata una rete a maglie strette che viene immersa nell’acqua.

Cittaslow Guardiagrele

Cittaslow Guardiagrele e Giuliano Teatino: marmellate, taralli e “sise delle monache”

All’altezza della Costa dei Trabocchi verso l’entroterra collinoso si trova la Cittaslow Giuliano Teatino, immersa nella tranquillità, ricca di storia e di forti tradizioni religiose. La zona coltivata a vigneti e frutteti è nota per le famose confetture di frutta locali, tra cui anche la tipica Scruchijate, confettura extra di uva nera, prodotto simbolo della tradizione abruzzese. Tra le delizie del posto sicuramente i taralli di Sant’Antonio, dolci tipici intitolati al Santo di Padova.

A una quindicina di chilometri ecco la Cittaslow Guardiagrele, chiamata anche “Città della pietra” per la pietra bianca del Gran Sasso. Il borgo è racchiuso dall’antica cinta muraria che conserva ancora alcune torri medievali e le storiche botteghe artigianali. Ma soprattutto, Guardiagrele è la sede del Parco Nazionale della Majella, dove foreste di latifoglie e boschi di faggio sono l’habitat ideale per il lupo, il gatto selvatico, la martora e varie specie di uccelli come l’astore e il falco pecchiaiolo. Spazio anche ai prodotti tipici, tra cui le “Sise delle monache”, dolcetti con pan di spagna e crema pasticcera.

Cittaslow, Città del Buon Vivere

Lentezza positiva, economia circolare, resilienza, sostenibilità e cultura, giustizia sociale. Sono alcuni dei principi guida di Cittaslow, associazione che raggruppa piccoli comuni e città, fondata nel 1999 a Orvieto.

L’obiettivo delle Città del Buon Vivere, il cui slogan è “innovation by tradition”, è quello di preservare lo spirito della comunità, trasmettendo memoria e conoscenza alle nuove generazioni, per renderle consapevoli del loro patrimonio culturale. Ma anche promuovere e applicare innovazione tecnologica, di sistema e gestione, a favore della sostenibilità.

Oggi Cittaslow è un marchio di qualità presente in 88 comuni italiani, connessi alla rete internazionale di 300 città, distribuite in 33 paesi. Un circuito di eccellenza, che vede ogni anno la realizzazione di progetti che concretamente migliorano la vita dei cittadini e del pianeta.

­ ­ ­
­

cittaslow